Sguardo su gente, storie, cronaca di Cleulis e… dintorni

20 luglio – Tratôr day. A grande richiesta il 20 luglio c’è stato il ritorno del raduno dei trattori e “affini”. Questa bella manifestazione, sospesa per alcuni anni, è stata riproposta presso la sede storica del piazzale del bar Pakai e i partecipanti, nemmeno a dirlo, sono stati numerosi. Tanti infatti a Cleulis utilizzano l’ape o i trattori di vari dimensioni per il trasporto del fieno, della legna, del letame ed altro; si può affermare che questo mezzo di trasporto ha sostituito, dov’è possibile, la louge, il gei e il strot. Dopo aver sfilato con i loro variopinti mezzi per le vie del paese i partecipanti, a cui è stata donata una maglietta celebrativa, si sono ritrovati presso il tendone del bar Pakai per far festa.

21-22 luglio – Settantesimo anniversario dell’eccidio della valle del Bût. Sono già passati settant’anni dai quei tragici fatti del 21-22 luglio del 1944 che scossero ed inorridirono le coscienze degli abitanti della nostra valle e, per non dimenticare tutto ciò, si sono svolte parecchie manifestazioni e celebrazioni. Nella prima, giovedì 17 luglio, presso la sede del museo storico di Timau c’è stata la presentazione del volume “Donne nella Grande Guerra” delle autrici Claudia Galimberti e Francesca Soncin. Sabato 19, presso la chiesa del Cristo Re di Timau i cori italiani e cori d’oltralpe si sono esibiti in un emozionante performance dal titolo “Concerto d’estate per la pace” il tutto curato magistralmente dal coro “Teresina Unfer” di Timau. L’indomani, domenica 20 luglio, c’è stata la deposizione di una corona d’alloro presso la lapide di piazza 21-22 luglio di Paluzza dei caduti della barbarie del 1944. Lunedì 21 presso Pramosio, uno dei luoghi degli efferati delitti, si è svolta la S. Messa nella cappella della malga in suffragio delle vittime dell’eccidio. Di seguito c’è stata l’inaugurazione del bassorilievo “Ad perpetuam rei memoriam” opera del nostro artista Paolino Puntel.

5 agosto  – Sant’Osvaldo e 48 Sagra dai Cjalsons.  Quest’anno la sagra dai Cjalsons, per la prima volta in quarantotto edizioni, è stata organizzata su cinque giorni consecutivi da venerdì primo agosto a martedì 5 agosto. Per fortuna ad aiutare il grande sforzo organizzativo dei Giovins Cjanterins e la buona riuscita della manifestazione ci ha pensato il tempo rimanendo clemente per tutta la durata della sagra. Venerdì primo agosto il gruppo Ana di Cleulis ha organizzato sotto il tendone presso il bar Pakai una serata di beneficenza in favore dell’associazione nazionale famiglie con persone disabili. Il giorno dopo con l’apertura dei fornitissimi chioschi si dava inizio alla sagra vera e propria con le note di Roby Musik Folk. Domenica 3 agosto, la giornata è stata dedicata ai novant’anni del nostro Gjenesio storico componente del Trio Pakai ed infatti in suo onore nel pomeriggio si sono esibiti sul palco numerosi musicisti folk di tutto il Friuli per poi concludere la serata con l’esibizione del sempre verde Trio Pakai. Lunedì la serata è stata divisa musicalmente in due parti: la prima è stata dedicata alla zumba grazie all’efficace dimostrazione della scuola di ballo Star Dance di Tolmezzo; la seconda al country ormai divenuto un cult di questa sagra. Martedì cinque, giorno di Sant’Osvaldo, si è celebrata la Santa Messa e nel pomeriggio i Vespri con la processione della statua del santo per le vie di Cleulis e Placis. In serata c’è stato il gran finale con il ballo sul breâr assieme agli Studio Folk.

10 agosto – Palio das Cjarogiules. Giusto il tempo di smontare il tendone della sagra dai Cjalsons che i Giovins Cjanterins ne rimontavano un altro per il Palio das Cjarogiules. Infatti la frazione di Cleulis è ospite fissa e assai apprezzata di questa manifestazione di mezz’estate. Il “nostro” chiosco infatti è sempre preso d’assalto dai molti turisti. Per quanto riguarda la competizione vera e propria del palio i nostri ragazzi hanno ottenuto uno storico primo posto nel Palio da Cjame con Erwin e Mosè mentre nel Palio das Cjarogiules abbiamo portato a casa un onorevole quinto posto!

28 agosto – Assemblea pubblica. Giovedì 28 agosto alle ore 20 si è tenuta nella piazzetta di Laipacco un’assemblea organizzata dai comitati a difesa del territorio della Carnia. Questo incontro segue il summit che c’è stato in Cjvilugn dove il presidente della Regione FVG Serracchiani ha incontrato i sindaci di Paluzza Mentil e quello di Tolmezzo Brollo dove tra l’altro hanno discusso dell’elettrodotto Wurmlach-Somplago. L’incontro di Laipacco, molto partecipato e sentito dalla popolazione, ha avuto lo scopo di informare i partecipanti sullo stato dell’iter dei lavori dell’elettrodotto e per invitare tutti i nostri sindaci a non farsi intimorire o comprare con qualche corrispettivo in denaro di breve durata a fronte di uno scempio ambientale che pagheremo per sempre!

31 agosto e 7 settembre – In festa per le nostre suore. Abbiamo avuto la grazia di aver esaudito il desiderio di festeggiare con la nostra comunità il 50/esimo della consacrazione religiosa delle nostre Suore. Approfittando della visita di Suor Ernestina (rientrata dal Brasile per una breve vacanza) volevamo vederle unite, ma purtroppo gli impegni di Suor Ermanna, non ce lo hanno consentito. Così il 31 agosto abbiamo fatto festa per lei, mentre la domenica successiva, 7  settembre, il paese si è stretto con affetto a Suor Ernestina e Suor Giocondina. Abbiamo lasciato loro un piccolo simbolico ricordo, un cero con l’immagine di ognuna, simbolo della luce, della fede da loro sparsa in tutto il mondo, ed una pergamena con alcune strofe personalizzate che sintetizzano la loro vocazione.

19 ottobre – Orienteering in Carnia. Domenica 19 ottobre si è svolta a Cleulis la quinta prova del Trofeo Pole Star di orienteering. Per chi non lo sapesse, chi partecipa all’orienteering utilizza una carta topografica realizzata appositamente per questo sport, con segni convenzionali unificati in tutto il mondo. Si può gareggiare individualmente o in squadra, transitando dai diversi punti di controllo posti sul territorio. Raggiunto il punto di controllo si dovrà registrare il passaggio sul proprio testimone di gara. Vince chi impegna il tempo minore dunque chi è in grado di orientarsi più rapidamente. La foresta di Pramosio è stata il degno campo di gara per tutti i partecipanti alla competizione che, partita presso il piazzale del bar Pakai alle 8.30 si è conclusa sempre dal punto di partenza con le premiazioni e con il pasta party offerto dall’Ana di Cleulis.

25 ottobre – Cinquantesimo e Venticinquesimo. Eccezionalmente nella nostra chiesa abbiamo festeggiato in contemporanea il ringraziamento di ben due anniversari. Il 25/esimo di Loris e Rosy e il 50/esimo di Edoardo e Iride, fra l’altro padrino di Loris. Questi ultimi dopo una vita vissuta fuori paese, vi hanno fatto ritorno cedendo al richiamo del cuore. Inoltre, gli sposi Iride ed Edoardo hanno declinato ogni regalo per la loro festa. Gli invitati spontaneamente hanno optato per un’offerta da devolversi in beneficenza. La scelta è stata per un contributo al restauro della cappella di Laipacco. La lodevole iniziativa ha permesso la raccolta della somma di ben euro 1250. Iride ed Edoardo ringraziano quanti hanno aderito.

1 novembre . Festa di tutti i Santi e Commemorazione dei Defunti. Sabato primo novembre festività di tutti i Santi, si è celebrata la Santa Messa sempre molto partecipata; mentre alla sera c’è stata la recita dei tre rosari in suffragio dei nostri defunti. L’indomani, domenica 2 novembre, la messa è stata celebrata in Chiesa e non com’è tradizione in cimitero. Nella celebrazione si sono ricordati i nostri cari dopodiché molti compaesani si sono recati in cimitero per omaggiarli con un fiore o una candela. In questi giorni il cimitero prende infatti la forma di un giardino fiorito e la sera lo si vede in lontananza grazie alle numerose fiammelle tremolanti dei lumini.

 

a cura di Luigi Maieron

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: